SUMMIT Ascent is closed because of inclement weather. Information on ticket refunds can be found here.

SUMMIT One Vanderbilt is following all mandated protocols to prevent the spread of COVID-19. Proof of vaccination is required for entry.

Our Impact

Una cultura delle buone azioni.

Aspiriamo a creare una comunità impegnata e a fare della filantropia una componente centrale della nostra esperienza.

Give back

Food1st Logo

Ad aprile 2020, in risposta alla pandemia di Covid-19, SL Green ha lanciato Food1st, una nuova iniziativa non profit 501(c)3, per tamponare l’attuale carenza di cibo a New York, che si è amplificata nei mesi scorsi.

La missione di Food1st consiste nell’aiutare ad alimentare i nostri vicini e i lavoratori dei servizi di pronto intervento che hanno un accesso limitato al cibo, collaborando con fornitori del campo della ristorazione e contribuendo al contempo a rivitalizzare il settore della ristorazione a New York in un momento in cui questo rappresenta il bisogno principale per i lavoratori.

La Food1st Foundation è stata lanciata in collaborazione con lo chef Daniel Boulud, che ha dato il via all’iniziativa accendendo i fornelli della sua cucina in centro e riportando il suo staff a preparare da mangiare a infermieri e paramedici di New York. Negli ultimi 12 mesi, la Food1st Foundation ha servito più di 600.000 pasti a beneficiari affamati in 130 luoghi diversi nell’intera città.

La Food1st Foundation è concepita per supportare l’industria sofferente del cibo e delle bevande di New York, che rappresenta un settore fondamentale dell’economia della nostra città e dà lavoro a centinaia di migliaia di persone. La Food1st sta lavorando con più di 30 cucine e centinaia di addetti alle cucine per ampliare la portata di questo programma.

SL Green e più di 500 nostri collaboratori e amici hanno stanziato finora quasi 5 milioni di dollari per questa importante causa.

LEED Platinum Recognition

Sostenibilità

Il One Vanderbilt alza la barra più in alto per gli edifici ad alte prestazioni di New York e offre un’esperienza urbana insuperata, focalizzandosi su una progettazione e su interventi sostenibili.

Ancor prima di iniziare, abbiamo immaginato un edificio che avrebbe raggiunto una delle emissioni di carbonio più basse di New York. Ci siamo attenuti agli standard più alti e abbiamo adottato un approccio alla progettazione, agli interventi e alla manutenzione basato sulla performance, che fornisse risultati quantificabili. Non limitarti a crederci sulla parola. Scopri le caratteristiche che contraddistinguono il One Vanderbilt, a cominciare dalla costruzione e spaziando su tutto il ciclo di vita dell’edificio.

Abbiamo raggiunto un tasso di riciclaggio del 75% durante la demolizione e la costruzione del progetto. Si tratta di un risultato unico, perché siamo riusciti a riutilizzare i materiali edilizi di un intero isolato della città e a dirottare dei rifiuti dalle discariche.

Per ridurre al minimo l’utilizzo di risorse vergini, ci siamo procurati per le fondazioni in cemento un’armatura in acciaio costituita per il 90% da materiali riciclati.

Con particolare attenzione all’ottimizzazione delle prestazioni energetiche, l’edificio è stato progettato in modo da consumare il 26% in meno di energia rispetto alle linee guida dell’ASHRAE 90.1-2007, che stabiliscono i criteri per le caratteristiche degli edifici in materia di energia.

Il One Vanderbilt è dotato di finestre dalla vetratura ad alte prestazioni, che migliora l’isolamento, per ottenere un riscaldamento e un raffreddamento efficienti, e riduce gli sprechi energetici.

SL Green ha investito 220 milioni di dollari nel settore pubblico e nel miglioramento dei trasporti, al fine di potenziare l’infrastruttura per la comunità del Midtown East.

In linea con il nostro impegno rivolto alla diversità, nella fase di costruzione il 19% dei nostri appaltatori è stato rappresentato da aziende certificate MWBE (Minority and Women Owned Business Enterprise).

Il sistema di cogenerazione da 1,2 megawatt del One Vanderbilt genera elettricità in loco ed è progettato per fornire quasi il 50% dell’elettricità utilizzata nell’intero edificio. Questa tecnologia avanzata riduce la domanda alla rete elettrica di New York ed elimina gli sprechi di calore.

Il nostro sistema di raccolta e trattamento di circa 570.000 litri di acqua piovana riduce la domanda di acqua alla torre di raffreddamento fino a circa 4 milioni di litri all’anno. I nostri spazi sono inoltre dotati di impianti idraulici ad altissima efficienza, che riducono il consumo di acqua fino al 40%.

La densità di potenza elettrica ridotta dell’illuminazione e i sensori di occupazione in tutti gli spazi dell’edificio di base del One Vanderbilt migliorano il consumo energetico.

Il One Vanderbilt partecipa a programmi di risposta alla domanda di servizi spegnendo volontariamente le apparecchiature e l’illuminazione non necessarie quando la rete elettrica è sotto stress a causa dell’elevato consumo di energia in tutta New York.

Oltre a migliorare l’esperienza dell’utente, i nostri ascensori con sistema di indirizzamento in base alla destinazione risparmiano anche energia, raggruppando i passeggeri con destinazioni simili e riducendo così il numero di partenze e di fermate.

Il team di addetti alle pulizie del One Vanderbilt è formato continuamente per promuovere e migliorare i tassi di riciclaggio di tutto l’edificio, grazie all’utilizzo di un sistema di gestione dei rifiuti in base al colore.

WELL Health-Safety Rating

Benessere

Il One Vanderbilt è progettato per essere l’edificio più sicuro, igienico e salubre di New York.

A rendere l’edificio così speciale è l’attenzione scrupolosa agli elementi che contribuiscono al benessere, come la qualità dell’aria e dell’acqua, la pulizia e la disinfezione, la luce naturale e le migliorie del sistema di costruzione. Insieme, tutti questi fattori elevano lo standard di un ambiente costruito salubre.

Filtrazione dell’aria

I sistemi HVAC dell’edificio sono dotati di media filtranti MERV-16, che catturano più del 95% di pulviscolo atmosferico. Questo livello di filtrazione va ampiamente oltre i requisiti del regolamento energetico di New York, che prescrive l’utilizzo di filtri MERV-9. In tutti gli spazi comuni sono stati inoltre posizionati dei filtri HEPA, per catturare il 99,99% di particelle.

Ventilazione migliorata

Dei sistemi meccanici incrementano l’alimentazione di aria esterna e fanno circolare continuamente aria fresca e filtrata in tutto l’edificio. Il One Vanderbilt supera del 30% i tassi di alimentazione di aria esterna consigliati dalle norme tecniche dell’ASHRAE.

Monitoraggio della qualità dell’aria in tempo reale

La qualità dell’aria dell’edificio di base è assicurata da WellStat, un sistema di monitoraggio che fornisce i livelli di qualità dell’aria in tempo reale, misurando indicatori quali l’anidride carbonica, la sostanza particellare, i COV, la temperatura, l’umidità e altri.

Analisi dei contaminanti dell’acqua

La totalità dell’acqua potabile è testata trimestralmente nel punto di distribuzione per piombo, rame, torbidezza, sottoprodotti di disinfezione, fertilizzanti e altri agenti inquinanti organici. L’analisi dell’acqua è effettuata da un terzo esterno, in base alle soglie pubblicate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Agenzia statunitense per la protezione dell’ambiente.

Gestione dell’umidità

Le nostre strategie operative minimizzano la presenza di umidità indesiderata per proteggere gli occupanti dagli effetti dannosi sulla salute e preservare i sistemi meccanici da danni fisici o chimici. Nell’ambito del nostro protocollo di ispezione, valutiamo periodicamente potenziali infiltrazioni di acqua, perdite e sviluppo di muffe, ed eseguiamo azioni correttive.

Monitoraggio della qualità dell’aria in tempo reale

La qualità dell’aria dell’edificio di base è assicurata da WellStat, un sistema di monitoraggio che fornisce i livelli di qualità dell’aria in tempo reale, misurando indicatori quali l’anidride carbonica, la sostanza particellare, i COV, la temperatura, l’umidità e altri.

Gestione degli agenti inquinanti

Tutti gli ingressi dell’edificio sono progettati per trattenere l’inquinamento del suolo e le polveri sottili. Questi sistemi di ingresso integrano griglie, grate, fessure e tappeti arrotolabili che sono sottoposti a un accurato processo di pulizia.

Disinfezione mediante illuminazione UV-C

I corrimano delle scale mobili del SUMMIT sono disinfettati utilizzando la tecnologia di illuminazione UV-C, in grado di distruggere più del 99% dei germi e delle particelle virali sulle superfici, prevenendo la diffusione e l’infezione nei punti molto esposti al contatto.

Maggiore accesso all’illuminazione diurna

Il design del One Vanderbilt massimizza intenzionalmente l’accesso alla luce diurna per l’85% della superficie, grazie a finestre a tutta altezza e a pavimentazioni prive di colonne. L’ambiente luminoso dell’edificio ha effetti benefici sulla salute della vista, su quella circadiana e mentale, migliorando al contempo la produttività.

Suono

Il comfort acustico è integrato nell’infrastruttura del One Vanderbilt grazie alla mappatura del suono. Sono state prese in considerazione le fonti di rumore interno ed esterno che possono esercitare un impatto sull’ambiente acustico degli spazi interni, per ridurre il rumore di sottofondo nell’edificio.

Le certificazioni del One Vanderbilt

LEED Platinum Recognition

Certificazione LEED v3 Platino

Si avvia inoltre al conseguimento del v4 Oro
WELL Platinum Certification

WELL v2 Platino

In corso
WELL Health-Safety Rating

Rating WELL Health-Safety